advertisement

Zenzero: proprietà, uso e controindicazioni

effetti dello zenzero
advertisement

Conosciuto ed utilizzato fin dai tempi antichi lo zenzero o zingiber officinalis o ginger in lingua inglese è una spezia molto apprezzata al giorno d’oggi e usata in gastronomia in diversi piatti, in particolare quelli di matrice orientale.

Usato in cucina, per bevande e tisane, ma non solo, lo zenzero ha così tante proprietà benefiche che molti non conoscono, vediamo quali sono.

Che cosa è lo zenzero

Lo zenzero è una pianta erbacea permanente, appartenente alla stessa famiglia della curcuma e del cardamomo è originaria della Cina e cresce attorno al suo rizoma carnoso sviluppandosi in protuberanze dalle quali la pianta prende il nome (zenzero significa radice cornuta). Lo zenzero si trova in commercio come radice essiccata o fresca, in polvere, in capsule per gli integratori alimentari o a cubetti (di solito dolci). Molte delle sue proprietà derivano dal gingerolo, il composto oleoso principale dello zenzero, dal quale si ricavano anche olii essenziali.

Lo zenzero ha un sapore deciso, fresco e leggermente agro piccante, non esiste un sapore simile con cui descriverlo, bisogna provarlo per capire di cosa si tratta.

Questa spezia ha delle proprietà nutrizionali grandi, contiene acqua, proteine, carboidrati vitamine e sali minerali tutti utili al corpo. Lo zenzero è ancora abbastanza costoso nei nostri mercati e supermercati, il suo prezzo si aggira tra i 5 e i 10 euro al kg se fresco e tra i 10 e i 20 euro al kg addirittura se in polvere o essiccato.

Il modo più conveniente per acquistarlo al momento è online dove i prezzi si riducono notevolmente. Lo zenzero fresco di conserva in frigo come molti tipi di frutta e verdura, avvolto in un sacchetto di carta del pane a sua volta avvolto in un sacchetto di plastica.

zenzero proprietà
zenzero benefici

Proprietà dello zenzero

Lo zenzero, conosciuto fin dall’antichità, è sempre stato utilizzato come spezia e condimento, ma anche come medicamento e ingrediente per medicinali, soprattutto nella medicina cinese. Ormai le sue proprietà migliori sono note, ma attenzione perché molte di queste sono soltanto presunte e non verificate.

Le proprietà dello zenzero verificate sono:

  • Digestive, lo zenzero promuove la digestione e il benessere del tratto digestivo attivando diversi meccanismi complessi al suo interno ovvero aumentando il tono della muscolatura dello stomaco, favorendo la produzione di succhi gastrici e stimolando la peristalsi e di conseguenza favorendo lo svuotamento dello stomaco;
  • Antidolorifico, il mal di testa e la sindrome premestruale e mestruale sono le maggiori tra le sindromi studiate che lo zenzero può alleviare e migliorare, anche se croniche come nel caso di emicranie e cefalee, è stato studiato che lo zenzero ha praticamente lo stesso effetto di altri antidolorifici comuni usati da persone che soffrono di questi disturbi, ma con una minore se non inesistente incidenza di effetti collaterali. Nel caso di dolori mestruali invece non solo è in grado di alleviarli ma riduce anche l’abbondanza del flusso di sangue perso che può essere una delle principali cause di disturbo;
  • Antinausea, lo zenzero funziona contro la nausea in diverse situazioni come la nausea da movimento (il classico mal d’auto), la nausea da gravidanza o la nausea da chemioterapia. La misura in cui funziona varia in base a chi lo assume, ma studi hanno dimostrato che c’è una riduzione significativa in ogni caso.

Le proprietà dello zenzero non verificate o non supportate da ampi studi sono:

  • Antinfiammatorio, in questi casi lo zenzero funziona in modo leggero e riduce le infiammazioni dovute a diverse cause. In passato si usava in particolare per le influenze;
  • Antiossidanti, lo zenzero, se assunto costantemente, contrasta l’invecchiamento delle cellule e le protegge dall’usura e dalla formazione dei radicali liberi;
  • Dimagrante, si suppone che lo zenzero migliori in piccola parte il metabolismo accelerandolo e permettendo così al corpo di bruciare più velocemente le calorie in eccesso;
  • Riduce il rischio cardiovascolare, aiutando a mantenere sotto controllo gli zuccheri e il colesterolo nel sangue.

Calorie e valori nutrizionali dello zenzero

advertisement
controindicazioni dello zenzero
controindicazioni zenzero

In ogni 100 g di zenzero fresco si trovano:

80 kcal
Proteine 1,8 g
Carboidrati 17,7 g
Zuccheri 1,7 g
Grassi 0,7 g
Grassi saturi 0,2 g
Colesterolo 0 mg
Fibra 2 g

Lo zenzero fa dimagrire?

Non è stato dimostrato da studi precisi o effettuati su vasti campioni di popolazione, ma si dice che lo zenzero aumenti il ritmo del metabolismo e di conseguenza faccia bruciare più calorie, ovviamente se assunto con una certa frequenza.

Quanto zenzero consumare al giorno

Non esiste una quantità specifica di zenzero che è consigliabile consumare, sicuramente consumarne una piccola quantità o almeno una tisana ogni giorno è utile per avere degli effetti a lungo termine.

le proprietà dello zenzero
proprieta zenzero

Controindicazioni ed effetti collaterali dello zenzero

In alcuni casi o in persone piuttosto sensibili sono stati riscontrati dei lievi effetti collaterali riguardanti l’assunzione periodica o frequente di zenzero, i principali sono:

  • Bruciore di stomaco lieve, soprattutto in persone con sistema gastrointestinale delicato;
  • Diarrea lieve, sempre in persone delicate sotto questo punto di vista;
  • Disagi generici allo stomaco e intestino, in persone comuni e/o persone delicate;
  • Emorragia aumentata durante il ciclo mestruale, dopo un periodo di assunzione frequente;
  • Peggioramento di gastrite, ulcere, colon irritabile e stipsi o stitichezza, sempre in persone che soffrono di questo tipo di disturbi;
  • Peggioramento di eruzioni cutanee o altri problemi dermatologici, in soggetti sensibili
  • Interazione con altri farmaci e/o altri integratori alimentari.

Lo zenzero non deve essere assunto insieme a farmaci che regolano la coagulazione del sangue poiché questo interagisce su di essa e potrebbe causare danni, seppur in maniera lieve.

Possibilmente evitare anche l’assunzione di zenzero in gravidanza e allattamento, se non altro per non fare assumere al latte un sapore sgradevole per il bambino. In ogni caso, se si hanno problemi di salute, è sempre meglio informare il medico prima di iniziare ad assumere questa spezia.

Uso dello zenzero

Lo zenzero è comunemente usato nella cucina asiatica, soprattutto cinese e giapponese, dove è presente in praticamente ogni piatto. Nel nostro paese è comparso e si è diffuso in seguito alla diffusione dei ristoranti giapponesi dove, grazie al suo sapore, viene utilizzato per pulire la bocca tra un piatto di pesce (sushi) e un altro. In realtà già da qualche anno mangiavamo lo zenzero senza rendercene conto all’interno dei piatti di cucina cinese, che sono diffusi già da prima dell’avvento del sushi.

Per quanto riguarda la nostra cucina, lo zenzero non si è ancora diffuso come ingrediente nei nostri piatti, ma è molto utilizzato per frullati e centrifughe a cui dà un tocco di sapore e una freschezza in più, nei cocktail per lo stesso motivo e nei dolci come i famosi biscotti allo zenzero di Natale e il gusto di gelato. In rari casi si utilizza in piatti salati come la zuppa di zucca e zenzero, più che altro per il creare contrasto di sapori.

advertisement
100,00€
disponibile
as of 24 Settembre 2022 20:03
13,79€
disponibile
2 new from 13,79€
as of 24 Settembre 2022 20:03
14,75€
disponibile
7 new from 7,00€
as of 24 Settembre 2022 20:03
6,45€
disponibile
as of 24 Settembre 2022 20:03
13,97€
disponibile
as of 24 Settembre 2022 20:03
11,88€
disponibile
as of 24 Settembre 2022 20:03
Ultimo aggiornamento il 24 Settembre 2022 20:03

Lascia un Commento

WordPress Lightbox Plugin