advertisement

Sbiancamento denti, in cosa consiste e rimedi fai da te

sbiancamento dentale
advertisement

Le macchie che vediamo comparire sui nostri denti sono spesso causate da un consumo eccessivo di caffè, tè, vino rosso e altre sostanze aggressive ma anche dalla nicotina presente nelle sigarette.

Come fare per smacchiare i denti da queste sostanze e rendere il nostro sorriso semplicemente eccezionale?

Perché i denti vanno sbiancati?

Oltre ad essere una richiesta per soddisfare l’esigenza delle persone per un fattore estetico, in realtà la richiesta di sbiancare i denti, la si fa anche per una questione di salute ed igiene; infatti, sbiancare i denti significa trattare le discromie dentali che possono manifestarsi nel corso della vita di un individuo, per evitare eventuale tartaro e carie.

Tipi di sbiancamento denti professionale

Quando si decide di effettuare un trattamento del genere, ci si deve affidare al proprio dentista, che effettuerà uno sbiancamento professionale. Quando si parla di sbiancamento professionale si parla in particolare di bleaching, che va effettuato ogni 6/12 mesi, a seconda dell’individuo, e si tratta dello sbiancamento effettuato alla poltrona mediante l’uso di agenti chimici sbiancanti che possono essere attivati o meno da eventuali sorgenti luminose (come avviene, ad esempio, nello sbiancamento con laser).
Naturalmente, lo sbiancamento professionale risulta essere più efficace di quello domiciliare in termini di velocità e grado di sbiancamento ottenuto.

Si possono sbiancare anche a casa i propri denti, acqua ossigenata o particolari gel che si vendono nei supermercati che fungono sia da dentifricio che da sbiancante, oppure si possono utilizzare degli “apparecchi” con una luce a led incorporata o le fascette, con l’utilizzo del bicarbonato, ma sicuramente sono metodi non duraturi, lenti, e soprattutto rischiosi per i propri denti.

Sbiancamento denti dal dentista

Il modo più efficace per combattere le macchie presenti sui nostri denti è rivolgersi ad un dentista per un trattamento sbiancante a base di perossido di idrogeno. I trattamenti che possiamo effettuare dal dentista sono sicuri e molto efficaci, in una seduta soltanto è possibile riuscire a recuperare il bianco naturale dei denti.

Prezzo sbiancamento denti professionali

Lo sbiancamento dei denti professionale ha un costo che può variare in base a diversi fattori. Mediamente, il prezzo per avere denti bianchi va dai 400 agli 800 euro. Determinare un costo preciso per lo sbiancamento dei denti non è possibile, perché il prezzo di questo tipo di intervento può variare di molto.

Controindicazioni dello sbiancamento

Lo sbiancamento dentale professionale è controindicato in caso di gravidanza, allattamento, inoltre è controindicato per i pazienti di età inferiore ai 12 anni e per chiunque sia allergico ai perossidi, inoltre, le controindicazioni sono sia le protesi preesistenti, sia i restauri. In questo caso è sconsigliato l’uso dello sbiancante!

advertisement

Ponti e corone o restauri in composito o porcellana non vengono assolutamente sbiancati e pertanto, alla fine del trattamento, non si uniformano nel colore con il resto dei denti, ma in generale uno sbiancamento effettuato da un dentista non desta particolari preoccupazioni e/o controindicazioni.

I prodotti sbiancanti di farmacia

Se non te la senti di andare dal dentista scegli di effettuare in modo del tutto autonomo lo sbiancamento dei denti con prodotti sbiancanti che puoi acquistare direttamente in farmacia. Anche in questo caso si tratta di prodotti a base di perossido di idrogeno che sono stati realizzati in modo da poter essere utilizzati da tutti nel massimo della sicurezza. Si tratta di prodotti assolutamente non nocivi, segui però sempre con attenzione le indicazioni del foglio illustrativo.

Sbiancamento denti fai da te: bicarbonato, acqua e sale

Per avere un sorriso eccezionale è possibile utilizzare un vecchio rimedio della nonna: basta infatti utilizzare del semplice bicarbonato di sodio, acqua e sale. Non devi far altro che mescolare in un dito d’acqua un po’ di bicarbonato di sodio e una manciata di sale sino ad ottenere una pappina densa.

Passa questo composto sui denti con uno spazzolino morbido, vedrai che in poco tempo riuscirai ad ottenere un sorriso davvero eccezionale. Attenzione, non utilizzare questo prodotto più di una volta al mese perché lo smalto potrebbe danneggiarsi.

Adesso che hai ottenuto un sorriso bianco fai attenzione a ciò che bevi. Cerca di non consumare il caffè, il tè e il vino rosso in modo eccessivo o almeno, cerca di lavarti subito dopo i denti. E per quanto riguarda la nicotina, perché non smetti di fumare? Oltre a macchiare i denti, fumare mette in serio pericolo la tua salute. Ne vale davvero la pena?

Lo sbiancamento fa male?

Lo sbiancamento dentale non fa male, soprattutto quello professionale effettuato da uno specialista. È normale, però, che, come tutte le cose, c’è da prestare particolare attenzione, perché potrebbe causare sensibilità dentinale; durante il processo di sbiancamento dei denti, alcuni pazienti possono avvertire una certa ipersensibilità. Questo è nella norma, pertanto è importante che il paziente informi il professionista circa la sensibilità basale dei propri denti, prima del trattamento.

Si può andare incontro a irritazione delle gengive e dei tessuti molli; lo sbiancamento può causare infiammazione delle gengive, delle labbra e dei margini delle guance, se il gel a base di perossido d’idrogeno viene in contatto con questi tessuti. Per evitare questo inconveniente sono posti sulle mucose materiali specifici a protezione. In ogni caso il disturbo è di breve durata.

A differenza di quelli professionali, gli sbiancamenti dentali effettuati a casa, i così detti “fai da te”, potrebbero far male, arrivando a danneggiare lo smalto del dente provocando anche tal volt irritazione alle gengive, per questo è sempre giusto rivolgersi ad uno specialista.

Sbiancamento e pulizia dei denti

Lo sbiancamento e la pulizia dei denti camminano di pari passo, infatti lo sbiancamento va effettuato per estetica e per una pulizia profonda dei denti, e prima di effettuare lo sbiancamento, infatti, il dentista effettuerà una pulizia con acqua e collutorio o altre sostanze per pulire in profondità i denti, e successivamente procederà con lo sbiancamento dentale.

advertisement
6,99€
disponibile
as of 6 Dicembre 2022 2:56
19,13€
disponibile
3 new from 19,13€
as of 6 Dicembre 2022 2:56
25,99€
29,90€
disponibile
10 new from 25,70€
as of 6 Dicembre 2022 2:56
6,65€
disponibile
2 new from 6,65€
as of 6 Dicembre 2022 2:56
10,97€
13,90€
disponibile
28 new from 8,35€
as of 6 Dicembre 2022 2:56
22,39€
disponibile
4 new from 8,82€
as of 6 Dicembre 2022 2:56
1.633,20€
disponibile
as of 6 Dicembre 2022 2:56
Ultimo aggiornamento il 6 Dicembre 2022 2:56

Lascia un Commento

WordPress Lightbox Plugin