Headu, giochi educativi e divertenti

Headu è una start-up italiana specializzata nella fabbricazione di giochi e giocattoli educativi,  fondata da Franco Lisciani e Maurizio Basciano, che presenta ora la sua prima linea di giochi didattici divertenti per allenare e sviluppare la capacità di apprendimento permanente e le intelligenze multiple nei bambini.

Grazie alla collaborazione con Headu vi presento giochi semplici e divertenti per abituare i bambini a giocare in compagnia e a classificare gli animali, cose, numeri e lettere.

Headu

headu montessori

Giochi di carte per grandi e piccini

È un gioco educativo di società adatto da 4 ai 99 anni!

Le carte contenute in questo kit sono utili per svolgere giochi di logica e di memoria o per organizzare delle vere sfi­de in famiglia. I giochi di carte descritti di seguito, favoriscono l’interazione con gli altri, il confronto costruttivo e il rispetto delle regole e dei comportamenti. Inoltre, con il materiale a disposizione, i bambini possono inventare e raccontare storie, arricchendo il proprio lessico ed esercitandosi nella comprensione delle narrazioni.

headu lettere e parole

GIOCO DI MEMORIA (da 1 a 4 giocatori)

Si gioca con due mazzi (40 carte). Per i bambini più piccoli possiamo utilizzare anche solo 20 carte, cioè 10 coppie di carte prese dai due mazzi. Scopo del gioco: vince chi forma più coppie (classico gioco del memo). Descrizione: mescoliamo le carte e stendiamole scoperte, in modo ordinato, sul tavolo. Invitiamo i bambini a memorizzare la posizione delle coppie. Poi giriamo le carte e iniziamo il gioco. Comincia il giocatore più piccolo di età e si prosegue in senso orario. A turno, ciascun giocatore prova a scoprire due carte cercando di formare una coppia. Se forma una coppia, la prende e prosegue il gioco, cercando altre coppie. Altrimenti, ricopre le carte scoperte e passa il turno al giocatore successivo. Vince chi forma più coppie. per GIOCO DEI COLORI (da 2 a 4 giocatori)

Si gioca con 40 carte. Scopo del gioco: è il contrario del gioco delle famiglie; vince, cioè, chi per primo rimane con una sola carta in mano. Descrizione: si mischiano le carte dei due mazzi, se ne distribuiscono cinque a giocatore e si pone al centro del tavolo il mazzo delle carte avanzate coperto; il giocatore che ha distribuito le carte pesca la prima carta del mazzo centrale e la pone scoperta sul tavolo (questa sarà la carta colore). A questo punto ciascun giocatore, uno alla volta e in senso orario, inizia a scartare tutte le carte in suo possesso della stessa famiglia (o dello stesso colore) di quella messa sul tavolo. Se un giocatore non possiede nessuna carta di quella famiglia (o colore), passa la mano al giocatore che gli sta a ­anco in senso orario. Se nessun giocatore rimane con una sola carta in mano, si pesca un’altra carta e si ripete il turno allo stesso modo. Vince chi per primo rimane con una sola carta in mano.

head logo

INVENTA UNA STORIA

Ciascun bambino può utilizzare liberamente le carte per inventare una storia. All’inzio possiamo proporre di inventare una storia ricomponendo una sequenza o una famiglia di carte. Ma si possono anche costruire storie più lunghe utilizzando carte di famiglie diverse. Per guidare e aiutare il bambino a inventare una storia, mescoliamo le carte che riteniamo necessarie sul tavolo e stendiamole coperte. Facciamone scoprire una e chiediamo: “Chi è il personaggio della carta? Che cosa sta facendo? Dove si trova?”. A questo punto invitiamo il bambino a scoprire tutte le carte e a ritrovare, ad esempio, una carta della stessa famiglia di quella scoperta all’inizio. Quindi chiediamo: “Chi è il secondo personaggio? Cosa sta facendo? I due personaggi si incontrano? Cosa si diranno? Cosa faranno insieme.

MAZZETTO CONTRO MAZZETTO (2 giocatori)

Si gioca con un mazzo (20 carte). Scopo del gioco: è un gioco di velocità e classi­cazione. Vince chi per primo riesce a raggruppare per famiglia le carte del suo mazzetto. Descrizione: si mischiano le carte e poi si dividono equamente (dieci carte ciascuno) tra due giocatori, distribuendone una alla volta, in modo alternato, ­no al termine del mazzo. Poi, ogni giocatore a turno inizia a scoprire le sue carte, sempre una alla volta, disponendole sul tavolo e raggruppandole per famiglia. Le famiglie devono essere ricomposte formando una ­la orizzontale. Chi raggruppa per primo tutte le carte in suo possesso vince la partita.

headu allenamente

GIOCO DELLE FAMIGLIE (da 2 a 4 giocatori) Si gioca con 40 carte. Scopo del gioco: formare per primi una famiglia completa; vince, cioè, chi riesce ad ottenere cinque carte della stessa famiglia. Descrizione: si mischiano le carte dei due mazzi, se ne distribuiscono cinque a giocatore e si pone al centro del tavolo il mazzo delle carte avanzate coperto; quindi, a turno, ogni giocatore pesca la prima carta del mazzo posto al centro del tavolo; se la carta è utile per comporre una famiglia, la acquisisce e ne scarta una che non serve, lasciandola scoperta sul tavolo. Quindi il turno passa al giocatore successivo. Se, invece, la carta pescata non serve per comporre la famiglia, viene scartata direttamente, si lascia scoperta sul tavolo e si passa il turno. Se una carta lasciata sul tavolo è utile per formare una sequenza (famiglia) può essere raccolta dal giocatore di turno, che deve comunque scartare una carta in suo possesso. Il gioco prosegue ­nché un giocatore non forma una famiglia di cinque carte, le scopre e dichiara: “Famiglia completa!”.

FORMA LA SEQUENZA (da 1 a 4 giocatori)

Si gioca con due mazzi (40 carte). Scopo del gioco: vince chi ricompone per primo la propria sequenza di carte. Descrizione: mescoliamo le carte e stendiamole scoperte, in modo ordinato, sul tavolo. Invitiamo i bambini a memorizzare la posizione delle carte. Poi giriamole e iniziamo il gioco. Comincia il giocatore più piccolo di età e si prosegue in senso orario. A turno, ciascun giocatore prova a scoprire due carte per ricostruire una sequenza. Se trova due carte consecutive di una sequenza, prosegue il gioco, cercando altre carte della stessa sequenza scoprendo una carta alla volta . Altrimenti, ricopre le carte scoperte e passa il turno al giocatore successivo in senso orario che, a sua volta, deve provare a formare una sequenza diversa. Vince chi forma, per primo, una sequenza completa di 5 carte. Il gioco è utile per esercitare i bambini con i primi raggruppamenti e le prime classi­cazioni. Infatti le carte possono essere raggruppate anche in base all’ambiente che fa da sfondo a ciascuna sequenza (mare, montagna, fattoria, città).

headu giochi

TOMBOLA (4 giocatori)

Si gioca con due mazzi (40 carte). Scopo del gioco: vince chi per primo completa la propria “cartella” formando cinque coppie di carte. Descrizione: ciascun giocatore riceve cinque carte di una sequenza (famiglia). Si mescolano le carte del secondo mazzo e si mettono coperte al centro del tavolo. A turno ogni giocatore pesca una carta. Se ne possiede una uguale, forma una coppia sovrapponendo la carta pescata a quella che possiede. Quindi va avanti pescandone un’altra. Se pesca una carta posseduta da un avversario, quest’ultimo forma una coppia e pesca a sua volta un’altra carta. Vince chi per primo forma cinque coppie completando la propria” cartella”.

Explore The sea life

Un carinissimo puzzle che rappresenta il mare e i suo abitanti; incorporate  nel puzzle troviamo 4 schede per annotare le scoperte , un pennarello cancellabile, e una torcia a raggi UV che ci permetterà di scoprire animali e cose che si nascondono all’interno del mare e che non sono visibili ad occhio nudo.

head hunters

Come potete vedere dalle foto il gioco è davvero ben strutturato con ottime immagini e bei colori .
Questo gioco è un gioco pensato per stimolare il pensiero scientifico dei bambini , in parole povere serve ai bambini ha far capire l’origine e la natura delle cose . La prima cosa che viene stimolata è la manualità e l’osservazione che inizia con la composizione del puzzle e dopo averlo completato inizia la fase dell’osservazione . L’osservazione infatti è solo il punto di partenza per poi arrivare ad un’idea finale e scientifica , infatti con la registrazione dei dati sui rispettivi taccuini si potranno formulare delle domande finali.

headu lisciani

Questo gioco è basato sul Metodo STEM il termine S.T.E.M è l’acronimo di scienza , tecnologia ,ingegneria , matematica . Questo metodo ha come finalità di avvicinare i bimbi in maniera pratica , funzionale e con divertimento all’apprendimento

headu giochi montessori

Easy English 100 Words The City

È un gioco per i bimbi da 4 a 8 anni per far sì che possano avvicinarsi alla lingua inglese e quindi impararla già da piccoli.

È sempre tutto in cartone resistente e spesso.

Nella scatola ci sono ben 100 adesivi attacca e stacca e tanti pezzi, ben rifiniti, di una città.

È un gioco che ha una duplice funzionalità non soltanto quella di imparare l’inglese scritto e quindi le parole che i vostri bimbi devono comporre ma anche di imparare la pronuncia di queste grazie a un’app dedicata che va scaricata tramite Google Play per Android e App Store per Apple.

headu

È un puzzle in realtà, ma per comporlo prima i bambini devono cercare le parole da attaccare su ogni pezzo, solo dopo possono ricreare ogni parte di questa fattoria.

I nostri bimbi possono giocare insieme tra loro o con i genitori, un modo per stare insieme ai propri figli e fargli imparare tante cose nuove.

headu

Questo gioco è dedicato alla mia bimba più grande che ha 6 anni e che quest’anno ha iniziato la scuola elementare e devo dire che l’ho trovato davvero originale come gioco, efficace per l’apprendimento dell’inglese, realmente la mia bimba rispetto all’inglese imparato quest’anno in classe è riuscira ad imparare tante parole nuove che non conosceva e anche la loro buona pronuncia, davvero utile questa App.

Inoltre stimola anche il senso visivo ed il tatto.

headu

Ringrazio di cuore l’azienda che ci ha permesso di scoprire questo nuovo modo di imparare giocando, vi consiglio di visitare il loro sito per scoprire tutti i loro giochi!

Contatti:

Sitowww.headu.com

Facebook: @HeaduGiochi

Lascia un Commento